Eco-avvocati nella lotta contro l’amianto

Gli eco-avvocati sono professionisti della giurisprudenza che si sono specializzati nelle tematiche legate alla tutela dell’ambiente e del territorio. Si tratta ancora di una nicchia, che tuttavia è in continua espansione e che sta già contribuendo a risolvere importanti controversie, come nel caso della discarica di amianto a Treviglio.

 

Come nascono gli eco-avvocati

L’idea dei “legali dell’ambiente” nasce a seguito del Testo Unico Ambiente del 2006 che ha gettato le basi delle normative per la tutela del territorio. Solo nel 2010, tuttavia, si comincia a parlare di eco-avvocati, cioè di professionisti che scelgono di formarsi nello specifico proprio sulla legislazione legata alla suddetta tematica.

L’avvocatessa bergamasca Paola Brambilla Pievani è una dei primi professionisti della legge ad aver abbracciato la filosofia green e ad essersi interessata alle cause correlate alla salvaguardia della natura. Grazie al suo impegno e a quello dei colleghi, oggi molte situazioni difficili sono state risolte a favore dell’ambiente e del benessere dei cittadini che in esso vivono.

«Diventare eco-avvocati», ha detto, «significa imbarcarsi in una vera e propria missione basata su solidi principi e convinzioni. Non si lavora per il guadagno, ma per combattere per una giusta causa che porta benefici a tutti». Per fare ciò è necessario studiare molto e focalizzarsi su temi importanti come il diritto ambientale.

 

Vittorie concrete per gli eco-avvocati

Essere riusciti a far bloccare dal Consiglio di Stato l’apertura della discarica di amianto a Treviglio, è solo una delle importanti vittorie conseguite dal gruppo di eco-avvocati bergamaschi. Ogni giorno da oltre 10 anni, questi professionisti si impegnano per risolvere situazioni difficili collegate all’inquinamento, agli OGM, ai progetti per il fotovoltaico o all’eolico.

L’obiettivo è quello di risolvere controversie fra associazioni di volontari ed istituzioni che difficilmente trovano ascolto nell’ambito del diritto, soprattutto perché sono pochi i legali che scelgono di concentrarsi su cause poco remunerative. Importante è anche il supporto dei cittadini che sostengono le iniziative perpetrate dagli avvocati e fanno sentire la loro voce.

Alcuni dei problemi attuali su cui si sta lavorando riguardano lo smog cittadino e l’elevato livello di inquinamento del bacino padano. Si combatte inoltre per il problema del consumo del suolo (sul quale proliferano sempre più impianti logistici) e per risolvere il drastico abbassamento della presenza di fauna nella Pianura Padana.





Può interessarti anche: